Presentazione

L’autore presenta le conseguenze negative della chiusura della relazione dell’adolescente in un mondo virtuale, che può chiudere alla relazione umana e generare una dipendenza ossessiva-compulsiva del comunicare con lo smartphone. Il senso di questo può essere ricercato nella paura di un tempo “vuoto”, nella incapacità e sottovalutazione del tempo dedicato alla introspezione. Il problema apre alla ricerca tra uso compulsivo dello smartphone e disturbi mentali.

Presentation

The author presents the negative consequences of closing the relationship of the adolescent in a virtual world, which can close the human relationship and generate an obsessive compulsive dependence of communicating by smartphone. The meaning of this can be found in the fear of an “empty” time, in the incapacity and underestimation of the time devoted to introspection. The problem opens up the search between compulsive use of the smartphone and mental disorders .

Annunci