Numerosi studi condotti nel corso di svariati anni hanno confermato la validità dello schema elaborato da D. Baumrind, secondo cui esistono quattro fondamentali stili familiari, che riflettono l’atteggiamento adottato dai genitori nei confronti dei figli: autorevole, autoritario, indulgente, indifferente. I genitori ‘autorevoli’ dimostrano molto affetto verso i figli, li gratificano con premi e riconoscimenti quando si comportano bene e ottengono buoni risultati, stabiliscono limiti ben definiti su ciò che è inaccettabile. I genitori ‘autoritari’ temono a tal punto l’ostinazione del bambino che il loro principale sforzo educativo è volto a tenere a freno le disubbidienze e i comportamenti devianti del figlio; le manifestazioni di affetto sono assenti o molto limitate. I genitori ‘indulgenti’ sono affettuosi nei confronti del figlio, ma incapaci di imporre limiti o disciplina al suo comportamento. I genitori ‘indifferenti’ mostrano scarso interesse o affetto per il figlio; la disciplina è assente o marcatamente incoerente. Le differenze tra ragazzi cresciuti in questi distinti regimi familiari si manifestano nelle modalità di adattamento adolescenziale. Quelli che hanno genitori autorevoli sono responsabili, capaci, sicuri di sé, riescono in ciò che fanno, hanno considerazione per gli altri. I ragazzi cresciuti in famiglie autoritarie sono insicuri e tendono a essere dipendenti e passivi. I figli di genitori indulgenti hanno la tendenza a diventare a loro volta indulgenti con sé stessi e sono privi di iniziativa e di costanza. Gli adolescenti più disturbati sono quelli che provengono da famiglie indifferenti: sono aggressivi, hanno scarso autocontrollo o poca considerazione per gli altri.

 

Dr. prof. Vito Galante MD MA  PhD  -MA LD Hon